Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

L'Amaca di Michele Serra in La Repubblica 20 dicembre 2016


Foto articolo
Roma, 20-12-2016
Fonte: La Repubblica

SI È parlato molto delle intemperanze verbali di Roberto Giachetti alla direzione del Pd. Pochissimo delle ragioni (solide) che hanno contribuito a rendere Giachetti così nervoso. Queste ragioni possono essere riassunte nella solitaria e annosa battaglia di Giachetti contro l' orribile legge elettorale detta Porcellum. Così solitaria che Giachetti ricorse, per tenerla viva, anche a un lungo sciopero della fame. Nel maggio del 2013 presentò una mozione per abolire il Porcellum, tornando automaticamente a quel Mattarellum che molti, anche nel Pd, oggi dicono di voler adottare dopo la sconfitta nel referendum e l' improponibilità dell' Italicum. La votarono solo Sel, Cinquestelle e lo stesso Giachetti, Pd e Pdl la bocciarono. Lo stato maggiore del Pd (al governo c' era Letta, Bersani segretario dimissionario in vista delle primarie) spiegò a Giachetti che stava disturbando i lavori in corso per una vera grande riforma elettorale condivisa. Una specie di: ragazzo, lasciaci lavorare. È sempre brutto citarsi, ma sono costretto a farlo: nell' Amaca del 30 maggio 2013 scrivevo: «È fin troppo ovvia la ragione per la quale avrei preferito l' uovo (oggi) di Giachetti alla gallina (domani) di Letta. Non credo che questa maggioranza sia in grado di varare in tempi decenti una nuova legge elettorale». Con il senno di poi: Giachetti aveva ragione, il Pd torto, sarebbe elegante che qualcuno gli riconoscesse di avere condotto in perfetta solitudine una battaglia coraggiosa e soprattutto giusta.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta