Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalitŕ quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA

«Parliamo di tutto: di listoni e di segretari... Ma parliamone in un congresso»

di GIULIA MERLO

Gli altri organizzano cene, lui risponde con lo sciopero della fame: Roberto Giachetti non è mai stato uno da mezze misure. Obiettivo: ottenere una data precisa per il congresso del Pd. Una casella nel calendario politico auspicata da molti (ma sempre meno, ultimamente), temuta da qualcuno (in campo, per ora, c’è solo Nicola Zingaretti), ma che nessuno si assume la responsabilità di indicare.

Lei è uno che quando si arrabbia lo dice. Questa volta è stata colpa della nuova moda delle cene?

Ma si figuri. Le cene non mi preoccupano: si sono sempre fatte, sempre s...(leggi il post completo)



"Più che di identità, nel Pd c'è un problema di lucidità". Il deputato Roberto Giachetti da marzo a oggi ha girato un centinaio tra feste e iniziative. Ovunque, dice al Foglio, trova gente che vorrebbe un dibattito congressuale, anche acceso. Il problema è che il congresso non c`è, si terrà "prima delle europee", qualunque cosa voglia dire.

"Hanno deciso di sterilizzare la discussione", dice Giachetti al Foglio. E in quel "hanno" ci sono proprio tutti, da Matteo Renzi ad Andrea Orlando, da Dario Franceschini a, naturalmente, Maurizio Martina. "Rinviare il congres...(leggi il post completo)



 La Repubblica - 15-06-2018





Vogliamo discutere di Roma in maniera costruttiva e non distruttiva, ed è davvero importante che Roma Bella non sia solo uno spazio di denuncia, così come non vogliamo che l’opposizione in consiglio comunale sia un’opposizione cieca e automatica, ma ragionata, coerente e capace di ascoltare tutti. Questo è lo spirito di ‎Roma Bella.

Roberto Giachetti