Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Guido e Roberto i Rutelly-boys ora avversari


Foto articolo
Roma, 13-02-2016
Fonte: La Repubblica

LE COINCIDENZE sono da rara congiuntura astrale. I due uomini che più lavorarono fianco a fianco per la riuscita del Giubileo del 2000, potrebbero ora ritrovarsi avversari nel bel mezzo di un nuovo Anno Santo, straordinario e perciò imprevisto, indetto da papa Francesco con dieci anni d' anticipo rispetto a quello ordinario. In ossequio alla profezia di Rutelli, che giusto qualche giorno fa scherzava: «Vedo che i candidaci sindaci sono un po' tutti i miei: Giachetti è stato mio capo di gabinetto in Campidoglio, Bertolaso mio vice-commissario al Giubileo, chi ci manca ancora?». Un oroscopo che solo la sconfitta di Roberto ai gazebo del centrosinistra potrà smentire. Oppure il complicarsi del processo "Grandi rischi bis" che, a partire dal 4 marzo, giusto due giorni prima delle primarie, vedrà Guido sul banco degli imputati. Destini che tornano dunque a incrociarsi, quelli dei due (ex) Rutelli boys.

Su fronti opposti, però. Perché se tre lustri addietro Giachetti e Bertolaso contribuirono assieme, uno dal Campidoglio, l' altro dalla struttura commissariale voluta dal governo, alla riuscita di un evento considerato un successo organizzativo planetario - in grado tra l' altro di regalare a Roma profondi interventi di riqualificazione, grandi opere ancora oggi strategiche (dal sottopasso sul lungotevere vaticano al parcheggio del Gianicolo) e la pianificazione di appuntamenti giubilari quali la giornata mondiale della gioventù a Tor Vergata - dal 6 marzo potrebbero essere costretti, l' un contro l' altro armati, a menar fendenti. In una gara per l' ingresso al ballottaggio che, se il consenso grillino resisterà ai livelli attuali, sarà garantito a uno solo de due. I toni tuttavia, fanno ben sperare. «Bertolaso», ha commentato Giachetti la nomination per il centrodestra, «è una persona che conosco, competente, ci ho lavorato insieme e ne apprezzo tutte le qualità». Durerà?


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta