Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

C’è il record dei candidati e della paura di vincere Con l’incognita Cinque Stelle


Scarica la pagina del quotidiano

Foto articolo
Roma, 14-02-2016
Fonte: Corriere della sera

Roma ha il record di candidati ma in realtà sembra non volerla nessuno. Un grillino sindaco della capitale sarebbe l' apertura dei siti di mezzo mondo; Renzi ha tutto l' interesse a evitarlo. Ma un grillino sindaco della capitale sarebbe uno spauracchio formidabile, in vista delle elezioni nazionali, da agitare a Bruxelles e a Berlino nella trattativa sui conti pubblici; a Renzi potrebbe tornare comodo. Il punto è che i grillini non sembrano ansiosi di conquistare una città ingovernabile. Alessandro Di Battista spinge Virginia Raggi: consigliera comunale, avvocata, giovane mamma. Il candidato di Roberta Lombardi è Marcello De Vito, che nel 2013 non arrivò al ballottaggio. Casaleggio non è convinto di nessuno dei due e spera che dai provini video esca una sorpresa: magari un precario dell' università o un esponente del sindacato di polizia, che peschi voti a destra. Berlusconi ha strappato il sì a Guido Bertolaso, che è partito forte paragonandosi a Mr Wolf; ma la sua candidatura è appesantita dagli scandali. Per non farci mancare nulla, scende in campo pure Francesco Storace. Alfio Marchini correrà da solo: non ha convinto la destra a sostenerlo, forse per la sua autonomia, forse per la storia familiare troppo connotata a sinistra; l' Alfio Marchini che mise la bomba in via Rasella con Bentivegna e la Capponi era suo nonno. La voce di un complottone della vecchia guardia per sostenere Roberto Morassut in chiave anti-Renzi è una sciocchezza; Walter Veltroni, ad esempio, si terrà alla larga dallo scontro. Le primarie dovrebbe vincerle Roberto Giachetti; ma la campagna sarà tutta in salita per l' ex capo di gabinetto di Rutelli, al tempo in cui Bertolaso era vicecommissario al Giubileo. Interessante la candidatura alle primarie di Chiara Ferraro, ragazza autistica. Stefano Fassina invece si candida direttamente al Campidoglio. Marino fa come d' abitudine melina; spinge per un suo ritorno il gruppo «Marziani in movimento»; i romani tremano.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta