Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalit quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti alluso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Le Primarie del PD - Bus in orario e stop ad Affittopoli E nel "diario" la visita alla strada senza luce


Foto articolo
Roma, 05-03-2016
Fonte: La Repubblica

Dopo Milano, domani tocca a Roma e a Napoli scegliere con le primarie il candidato sindaco del centrosinistra. Nella capitale, ai blocchi di partenza sono in sei. I favoriti sono i due del Pd: Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera, forte dell’endorsement di Matteo Renzi, e Roberto Morassut, che catalizza il voto di parte della minoranza dem.
Una consultazione che presenta almeno due incognite. La prima è l’affluenza: nessuno vuole fare previsioni, ma eguagliare i 100mila partecipanti del 2013 è considerata un’utopia e scendere sotto i 60mila di Milano sarebbe considerato un flop, tant’è che «stiamo facendo la danza del sole», cerca di scherzare il commissario del Pd di Roma Matteo Orfini.
La seconda incognita è il rischio brogli, specie sul voto degli immigrati, contro cui si è corso ai ripari imponendo entro le 12 di oggi la pre-registrazione, «per scoraggiare la partecipazione cammellata o non consapevole».
A Napoli, dove la soglia minima “accettabile” è collocata a 30mila votanti, i candidati sono invece quattro. Antonio Bassolino, ex sindaco ed ex governatore, ha disertato l’ultimo confronto «perché non concordato con me». I renziani gli oppongono la deputata Valeria Valente.
Si voterà dalle 8 alle 22 a Roma e dalle 8 alle 21 a Napoli.

LE DOMANDE a Roberto Giachetti

Qual è la prima cosa che si impegna a fare se dovesse essere eletto sindaco?

RICOSTRUIRE un rapporto di fiducia con la città e migliorare la qualità della vita delle persone. Partendo dalle piccole cose - le più gravose per i cittadini - che si possono risolvere anche a costo zero. Tra i miei obiettivi primari: regalare mezz' ora di tempo ai romani sottraendolo a quello che solitamente trascorrono sui mezzi pubblici.

Qual è la persona, o la situazione, che l'ha più colpita durante la campagna elettorale, in positivo o in negativo?

LO STUPORE negli occhi di Nando quando, alle 10 di sera, mi ha visto arrivare in sella al mio scooter sotto casa sua. Nando è un cittadino di via Roseto degli Abruzzi, in località Lunghezza, che mi ha scritto un messaggio privato su Facebook chiedendomi di andare a vedere come vivono cento famiglie senza illuminazione pubblica perché sono stati rubati i cavi. Lo stupore di Nando, per una politica che risponde, e la sua speranza di poter cambiare le cose sono l' esempio e il simbolo della mia campagna elettorale che ho voluto fare strada per strada. Ed io so che quello stupore, che è anche disponibilità a ridare fiducia, non può essere tradito.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta