Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Scintille Giachetti-Raggi «Pronti al faccia a faccia»


Scarica la pagina del quotidiano

Foto articolo
Roma, 09-03-2016
Fonte: Il Messaggero

VERSO IL VOTO
Lo scontro, l' ennesimo, tra i candidati M5S e Pd cade nel giorno della festa della donna. La grillina Virginia Raggi è in via Condotti a distribuire semi di mimose alle commesse dei negozi. Con lei anche un gruppo di iscritti dell' Usb, il sindacato di base, storicamente di sinistra. Durante la passeggiata tra le vetrine, la pentastellata manda a dire al dem Roberto Giachetti a proposito di un possibile faccia a faccia: «Quando sarà necessario certamente, immagino che questo sia fondamentale in una campagna elettorale. Quando sarà, noi ci siamo».
Il guanto della sfida era stato lanciato già dal renziano, su queste colonne, con una premessa: «Quando finiranno gli insulti e si parlerà di Roma, per me andrà benissimo». Poi ieri mattina Raggi - oltre a sottolineare il «maschilismo degli altri partiti» - ha anche ricordato al suo principale sfidante che «non lo teme» e che, soprattutto, «appartiene al Pd di Mafia Capitale».
La reazione di Giachetti è andata di pari passo con l' ipotesi di un confronto: «Tu continui ad inveire ed offendere, ma io non ci casco. Per questa strada vai da sola. Quando vuoi parlare di Roma io ci sono».

LO SCONTRO
Anche il renziano ha onorato l' 8 Marzo con un appello al ministro Marianna Madia per le educatici precarie degli asili nido. Ma soprattutto in queste ore continua a ragionare sulla squadra e sui programmi da mettere in campo. E' la composizione delle liste a creare qualche malumore. Soprattutto la possibile presenza di Umberto Croppi, ex assessore alla Cultura della giunta Alemanno, che non piace a diversi dem. «Speriamo sia una boutade». Il vero problema è a sinistra per Giachetti. Tanto che la minoranza dem è al lavoro per creare una lista della gauche per «Roberto» sul modello di Milano.

IL PATTO
Nel mondo M5S, invece, dopo le tensioni dei giorni scorsi sembra essere arrivato l' accordo tra De Vito e Raggi. I due sfidanti delle comunarie web ieri sono andati a pranzo insieme. Davanti a un hamburger (vegetale per Virginia) nei pressi della Cassazione i grillini hanno siglato la pace. C' è il sostanziale via libera della candidata a proporre «Marcello» come vicesindaco. Anche se per il candidato sindaco del M5S nel 2013 potrebbero esserci ruoli di responsabilità diversi. «Di sicuro, gli strascichi della votazione on line sono superati».
E si riapre così la possibilità di un asse tra i due ex consiglieri. Un modo per coinvolgere anche De Vito, molto vicino alla deputata Roberta Lombardi e conoscitore dei grillini romani, in questa campagna elettorale. Pensando alla squadra da presentare entro il mese. Sullo sfondo balla ancora l' idea di Damiano Tommasi come assessore allo sport. Ma l' ex calciatore continua a dribblare tutti.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta