Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Atac, quelli che scioperano quando gioca l'Italia


Foto articolo
Roma, 13-06-2016

Sta iniziando la partita dell'Italia e, che coincidenza, anche lo sciopero dei lavoratori ATAC proclamato da un sindacato. Inutile fare ironie su questo tema, meglio essere seri e rendersi conto che queste cose fanno male al rapporto tra cittadini e azienda. Nessuno mette in dubbio l'importanza dello sciopero o ne contesta le motivazioni, ma io credo che la scelta di interrompere le corse proprio oggi, a partire dalle 20.30, non faccia bene a nessuno, tantomeno ai tanti lavoratori onesti di Atac.

Oggi scopriamo che i pasdaran dello sciopero selvaggio, ricordate quelli che paralizzarono Roma, dichiarano di sostenere la candidata Raggi. Nessuno stupore, il cambiamento sbandierato dai grillini, è solo uno slogan elettorale. Io sto dalla parte dei cittadini che prendono quei mezzi pubblici ogni giorno, dalla parte dei tanti lavoratori onesti e perbene di Atac, e dalla parte del nuovo direttore generale Rettighieri, che sta portando legalità e pulizia in un'azienda fondamentale per Roma.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta