Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Giachetti ospite a Omnibus - 6 dicembre 2016


Roma, 06-12-2016
Fonte: La7

Questa mattina ad Omnibus abbiamo parlato di #leggeelettorale. Vorrei ricordare a tutti che ad oggi non abbiamo una legge per il Senato perché l'articolo 2 è stato fatto stralciare principalmente dalla minoranza Pd in sede di approvazione dell'Italicum. Il popolo ha deciso ed il voto va rispettato. Ma temo che gli italiani dovranno scoprire presto il grande inganno.

Ve li ricordate quelli che “se si boccia la riforma in pochi giorni ci si mette intorno ad un tavolo e se ne fa una migliore”? Eccoci qua il piatto è servito. - Grillo che fino a qualche settimana fa chiedeva di adottare un “sistema elettorale con formula proporzionale” ora chiede di votare subito con l'italicum alla Camera e al Senato. Sì, quello stesso Italicum di cui dicevano "va cancellato tout court in quanto non è una legge migliorabile perché è antidemocratica e incostituzionale".

- Salvini chiede di votare subito ma con una legge che non sia proporzionale.

- Brunetta dice che si può votare a primavera, in autunno o anche a scadenza basta che si faccia prima una nuova legge elettorale e che questa sia proporzionale.

- Per Scotto niente elezioni senza legge elettorale ma non dice quale. Purtroppo tutto ampiamente prevedibile. Vincere significa prendersi oneri e onori, non solo festeggiare.

 


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta