Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Città al collasso insulti arroganti


Foto articolo
Roma, 15-05-2017
Fonte: La Repubblica

ROMA. Onorevole Giachetti anche lei in maglietta gialla? "Ben alzato!" verrebbe da dire. Sono anni che Roma è in emergenza. «Tanto ne siamo consapevoli che non solo da mesi il Pd organizza iniziative settimanali di pulizia nei singoli quartieri, ma nel 2013, dopo aver chiuso Malagrotta, avevamo predisposto un piano per costruire 4 ecodistretti dove trattare la spazzatura di Roma, per evitare di portarla all' estero, che oltre a non potersi fare costa un occhio. Ebbene la giunta Raggi ha cancellato tutto».

La sindaca però dice che la colpa del disastro è del vostro ventennale malgoverno e che si è trattato di un banale spot elettorale. «Intanto dimentica che per 5 anni ha governato Alemanno con quegli stessi dirigenti di Ama che noi avevamo cacciato e lei ha rimesso in sella. E poi, se gli spot elettorali servissero a pulire la città come ha fatto lei nell' ultima settimana, ben vengano gli spot. Oggi a Roma c' erano migliaia di persone che si sono date da fare come in una sorta di servizio civile, in modo allegro».

E infatti il M5S sostiene che non c' era molto da fare. «Guardi, io con il mio gruppo sono andato a rimuovere la spazzatura nel parcheggio di una scuola a Montespaccato che non era fra i siti segnalati dal Pd il giorno prima e abbiamo trovato l' ira di Dio. Evidentemente la furbizia di Raggi, che nella notte ha mandato squadre di netturbini a ripulire tutte le strade e i parchi per cui avevamo chiesto le autorizzazioni, non è bastata. Roma è ridotta male».

Si aspettava che vi ringraziasse? «No, ma neppure che insultasse con la solita arroganza i tanti cittadini che per un giorno si sono presi cura della nostra città».


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta




 

di Federico Novella

«Il Pd? È tornato il partito di Bandiera rossa, non potevamo restare su quel treno ».

Roberto Giachetti è un personaggio con cui si può sempre ragionare, al di là degli steccati politici. Sulla sua onestà intellettuale tutti, trasversalmente, sono pronti a mettere la mano sul fuoco. Dopo aver sfidato Nicola Zingaretti nella corsa alla segreteria, oggi è uno dei protagonisti della scissione renziana dal partito democratico. Restò negli annali il suo mitologico sfogo pubblico, durante una direzione di partito, contro la sinistra interna del Pd, riassunto nella frase liberatoria modello Corazzata Pot...(leggi il post completo)



Al direttore

Ci sono due cose che apprezzo dell’intervista di Dario Franceschini di ieri al Corriere della Sera: la coerenza, (questa è la sua linea da un anno a questa parte) e la schiettezza (a differenza di molti altri che pensano e lavorano a questo obiettivo senza metterci troppo la faccia).

Per il resto non sono d’accordo su nulla e mi colpisce la debolezza di analisi da parte di una persona che stimo e di cui sono amico.

Dario rivendica il diritto di “aprire un tema politico senza che parta una campagna interna di aggressione”.

Sono d’accor...(leggi il post completo)








Vogliamo discutere di Roma in maniera costruttiva e non distruttiva, ed è davvero importante che Roma Bella non sia solo uno spazio di denuncia, così come non vogliamo che l’opposizione in consiglio comunale sia un’opposizione cieca e automatica, ma ragionata, coerente e capace di ascoltare tutti. Questo è lo spirito di ‎Roma Bella.

Roberto Giachetti