Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Basta finanziamento pubblico ai partiti. Lo pensavo nel 2008, non ho ancora cambiato idea


Foto articolo
Roma, 11-04-2012
Fonte: Dire

Questo il testo dell'agenzia Dire del 19 Marzo 2008, che riporta un mio intervento a Radio Radicale sul finanziamento pubblico ai partiti.

«Sono d'accordo con la proposta di tagliare lo stipendio ai parlamentari, ma occorre anche mettere mano agli stipendi del settore pubblico ai quali sono agganciati quelli dei parlamentari, senza dimenticare i soldi che vengono erogati al settore dell'editoria». Lo ha detto a Radio Radicale Roberto Giachetti del Pd. «In questo Paese - ricorda - abbiamo fatto un referendum sul finanziamento pubblico ai partiti, e per quanto gli stipendi dei parlamentari siano alti, se li moltiplichiamo per quattro, non saranno mai quanto i partiti si dividono», con aspetti che il democratico definisce «aberranti per i quali continueremo a pagare per i prossimi tre anni anche i partiti che non sono piu' in Parlamento».

Giachetti si augura «che ci sia anche un impegno serio che non debba passare di nuovo per un referendum, ma magari con una tredicesima proposta di legge del Pd per adottare un sistema che esiste gia' in tanti paesi nei quali non ci sono finanziamenti pubblici a partiti, ma finanziamenti privati che non debbono essere occulti».

Anche perché «si puo' finanziare privatamente un partito attraverso una percentuale da mettere volontariamente sulla denuncia dei redditi».


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta