Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Giachetti su magistrati fuori ruolo «nota CSM conferma mia denuncia»


Foto articolo
Roma, 06-06-2013
Fonte: Ansa

«In relazione alla nota del Consiglio Superiore della Magistratura preciso che la legge, art. 66 decreto anticorruzione, recita testualmente che "tutti gli incarichi (…) devono essere svolti con contestuale collocamento in posizione di fuori ruolo (…). Il Csm nella nota dice che 'alla messa in aspettativa consegue necessariamente il collocamento fuori ruolo".

«Tra "contestualita'' e "conseguenza" c'è una sostanziale differenza». Il deputato Pd Roberto Giachetti, replica così alla nota di oggi del Consiglio superiore della magistratura. «Non so se al momento i due magistrati siano stati collocati fuori ruolo - aggiunge -, ma so che l'autorizzazione del Csm nell'oggetto recita "collocamento in aspettativa ai sensi dell'art 23bis 1° co., del D.lgs. n. 165/2001" e nel dispositivo delibera "il collocamento in aspettativa senza assegni, con riconoscimento dell'anzianita' di servizio, ai sensi dell'art 23bis 1° co., del D.lgs. n. 165/2001"».

«Chiarito questo, prendo atto che il Csm comunica formalmente che i due magistrati "conseguentemente" saranno posti in collocamento fuori ruolo. Ma questo è impedito da quanto stabilito all'art. 68 del decreto anticorruzione, cioè l'impossibilità che un magistrato possa essere collocato in posizione di fuori ruolo per un periodo superiore ai dieci anni nell'arco del loro servizio».

Per Giachetti «ne consegue che in applicazione della legge i due magistrati, avendo gia' trascorso piu' di dieci anni in posizione di fuori ruolo, non potevano e non possono essere autorizzati a tale incarico. Nessuno ha parlato di doppio incarico bensi' di impossibilita', disciplinata dalla legge, di svolgere l'incarico assegnato».

 

La Nota del CSM in risposta alla conferenza stampa di Giachetti.

«In relazione alle notizie di stampa secondo cui il CSM in occasione dell'autorizzazione all' aspettativa dei dott. Renato Finocchi Ghersi e Domenico Carcano avrebbe "violato la legge in quanto non li avrebbe collocati fuori ruolo", si precisa che alla messa in aspettativa consegue necessariamente il collocamento fuori ruolo come previsto dalla legge e disposto dalla delibera del CSM. I due magistrati non svolgeranno quindi alcun doppio incarico».


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta