Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Serra, L'Amaca: "Da vecchio sostenitore del deputato Giachetti..."


Scarica l'estratto dalla pagina del quotidiano

Foto articolo
Roma, 02-10-2013
Fonte: La Repubblica

Da vecchio sostenitore del deputato Giachetti (Pd), che della lotta al Porcellum ha fatto una ragione di vita, mi tocca ripetere che non solo Enrico Letta, ma l'intero Pd hanno ben poco diritto di lamentarsi del perdurante incombere di quella orrida legge elettorale. Quando ebbero l'occasione di uccidere il Porcellum (era lo scorso mese di maggio) votando la proposta di Giachetti non lo fecero, nel nome delle solite “superiori strategie istituzionali” che il volgo non è in grado di afferrare.

Se in seguito quelle “superiori strategie” avessero partorito una riforma elettorale sensata e condivisa, allora i vertici del Pd avrebbero avuto ragione. Ma in politica contano i risultati, e la pachidermica e ondivaga macchina riformatrice allestita nei sotterranei delle “larghe intese” non ha neppure scalfito il Porcellum: tanto che, se si dovesse tornare al voto, lo si farebbe nelle medesime condizioni che hanno prodotto la sostanziale ingovernabilità di questa legislatura.

Il problema della sinistra italiana è, da anni, sempre lo stesso: è terrorizzata dal conflitto, lo vive come sinonimo di irresponsabilità. Diffida di ciò che è drastico e di ciò che è netto, adora ciò che è “complesso”, sfumato, intricato. Lo si direbbe “gesuitico”, questo atteggiamento, non fosse che il nuovo Papa, assai netto e per niente sofista, è un gesuita.

MICHELE SERRA


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta