Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Legge Elettorale: sciopero della fame, 'vip' e non a sostegno di Roberto Giachetti


Foto articolo
Roma, 10-10-2013
Fonte: AGI

Crescono le adesioni alla battaglia condotta da Roberto Giachetti per l'abolizione del Porcellum. E diversi sono i 'vip' che esprimono il loro sostegno al deputato del Pd: sindaci, parlamentari, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, e tanti cittadini, informa una nota. Roberto Giachetti e' al suo quarto giorno di sciopero della fame contro il Porcellum. Il vicepresidente della Camera sta portando avanti la sua "battaglia non violenta per chiedere che sulla nuova legge elettorale si passi dalle parole ai fatti".

In queste ore, spiega la nota, stanno nascendo in tutta Italia molte iniziative, tutte assolutamente spontanee, a suo sostegno: "Sono davvero numerose le adesioni gia' arrivate al No Porcellum Day, fissato per il prossimo 31 ottobre, e arrivano da deputati e parlamentari di diversi partiti, associazioni (Primo Consumo, Ateniesi, Figli Negati, Assologistica), sindaci, Upi e presidenti di Provincia di diverse regioni, consiglieri regionali, giornalisti, docenti universitari e anche personaggi del mondo dello spettacolo".
"Ma, soprattutto, centinaia di cittadini che attraverso il web hanno inviato le loro adesioni. In contemporanea, inoltre - spiega ancora la nota - sono partite delle vere e proprie staffette di solidarieta' che per ora vedono come protagonisti piu' di cento persone: ognuno ha scelto il suo giorno di digiuno a sostegno dell'iniziativa di Roberto Giachetti.

I primi ad iscriversi a questa staffetta il patron di Eataly Oscar Farinetti e l'attore Alessandro Gassman (che ha aderito attraverso twitter); e poi anche parlamentari, sindaci, presidenti di associazioni e tanti cittadini. "Sono sinceramente sorpreso dalla mobilitazione spontanea che sta nascendo in queste ore - ha detto Giachetti - E' il segno che la cancellazione del Porcellum e' un tema molto piu' sentito tra la gente rispetto a quanto non pensino alcuni esponenti politici, anche del mio partito. La mia non e' una battaglia contro, ma vuole essere uno stimolo affinche' alle parole corrispondano dei fatti concreti e tangibili. Adesso dopo tante promesse spetta alla politica mantenere gli impegni presi con gli elettori. La mia, a differenza di quello che sento dire, non e' una battaglia isolata ma un contributo a una richiesta ormai letteralmente popolare", ha concluso Giachetti.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta