Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Stasera tutti in Campidoglio


Roma, 03-06-2008

Premessa: questa sera parteciperò alla manifestazione in Campidoglio a favore della libertà per l’Iran e contro la presenza al vertice Fao di Roma del presidente Ahmadinejad, che ha ribadito ancora una volta il suo delirante proposito di cancellare Israele dalla geografia del mondo. Ma veniamo al post di oggi: cari amici delle due l’una. Chi mi conosce sa bene quante volte io mi sia trovato in dissenso con le posizioni della Chiesa e con le parole del Papa: dalla questione dell’aborto all’interruzione terapeutica per i malati terminali, senza dimenticare la politica della Santa Sede rispetto al dramma della diffusione dell’aids in Africa. Ma chi mi conosce sa altrettanto bene che mai mi sono sognato di contestare il diritto del Vaticano di pronunciarsi su temi che riguardano la vita della nostra società; ecco perché mi fa sorridere l’amico Angelo Bonelli che dopo anni di commenti scandalizzati volti a rivendicare la tesi che la Chiesa non debba né possa esternare un’opinione anche nelle questioni politiche della nostra società, oggi addirittura si lancia in un pubblico plauso nei confronti di un Vaticano critico verso l’ipotesi di introduzione del reato di immigrazione clandestina (posizione che mi trova assolutamente concorde). Insomma quando le opinioni sono anche le sue applausi alla Chiesa, quando invece non vanno bene allora per la Chiesa è vietato parlare.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta