Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Obama: e fanno dieci


Foto articolo
Roma, 20-02-2008

Il decimo successo consecutivo di Obama dallo scorso 5 febbraio, nello stato del Wisconsin e nelle native (per lui) isole Hawaii, sancisce a tutti gli effetti la solidità della candidatura del senatore dell’Illinois. Vi ricordate cosa si diceva di lui appena due mesi fa? Vi ricordate la nomea del perdente predestinato di fronte alla “macchina da guerra” Hillary Clinton? Insomma da quel momento Obama ha recuperato punti su punti di distacco dalla sua avversaria, e questo grazie a una campagna elettorale fatta di passione e di entusiasmo che sta convincendo ed affascinando molti americani. Credo che, dall’altra parte dell’oceano, anche Walter Veltroni abbia tutte le possibilità di fare un analogo percorso, perchè l’impatto che sta avendo sulla gente il suo linguaggio nuovo e la sua capacità di allargare le prospettive includendo tutti e spingendo tutti ad impegnarsi a cambiare il paese, è visibile e di grande rilievo, politico e sociale. Sono convinto quindi che ce la possiamo fare e ogni giorno che passa me ne convinco sempre di piu. 

    

  1. Scritto da: Francesco

    Mercoledi 20 Febbraio 2008 alle 4:46 pm
     

    …secondo me il nostro Veltroni porta novità importanti ma a differenza di Obama non incarna, egli stesso, LA novità! Obama poi regala speranza e fiducia il nostro Veltroni, invece, relega a un futuro troppo prossimo e dettato dall’incertezza dell’economia un programma elettorale che non suscita affatto clamore, passione, emozione.  Quello che voglio dire è che, a mio giudizio, Veltroni dovrebbe puntare ancora di più a essere simbolo della prima pietra del cambiamento. Fa benissimo a relegare la campagna a un duello tra lui e Berlusconi. Questo ci porterà alla vittoria. Ma dobbiamo spingere, insisto, sul fatto che Veltroni è il punto di partenza per un’Italia nuova. Francesco Di Buduo

  2.  

    Scritto da: scrooge

    Mercoledi 20 Febbraio 2008 alle 7:14 pm
     

    secondo me, obama potrebbe fare nei breaks un viaggio in italia e vicere anche la nostra campagna elettorale 

 


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta