Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Se il buongiorno si vede dal mattino


Foto articolo
Roma, 11-09-2007

Se fosse il titolo di un giornale satirico la nomina di Fabiano Fabiani nel cda della Rai potrebbe riassumersi con la formula “il nuovo che avanza”. In un contesto complicato che durava da piu di un anno, un vero e proprio braccio di ferro tra centrodestra e centrosinistra per la sostituzione del consigliere Petroni designato dall’ex ministro Siniscalco,la scelta di Fabiani rappresenta, a mio avviso, un passo indietro sotto molti punti di vista. In un momento in cui stiamo lavorando per la nascita di un nuovo partito che apra alle nuove generazioni, che si opponga alla gerontocrazia dominante in tutti i settori della società, che abbia il coraggio di rischiare e di investire in nuovi volti e nuove energie, possibile che non ci fosse nessun’altra figura prestigiosa, competente e soprattutto nuova con cui andare a ricoprire quella casella? Non sarebbe stato un segnale importante indicare un giovane manager under 40 per un ruolo di cosi alto profilo, che potesse rivelarsi soprattutto un precedente decisivo anche per analoghe scelte future?

Fabiano Fabiani ha 77 anni ed è l’attuale presidente dell’Acea oltre che dell’Associazione produttori televisivi, una carica a cui per evidente conflitto di interessi dovrà ora rinunciare. Un partito democratico che si opponga alla proliferazione e all’accumulo degli incarichi ha pensato che l’individuazione dell’attuale presidente dell’Acea come consigliere di una delle piu importanti aziende di Stato non sia proprio una testimonianza coerente di una simile battaglia ma anzi ne sia la negazione in termini? Apprendiamo che Fabiani rinuncerà al suo stipendio Rai (visto che sarebbe doppio) e ci fa piacere, ma potremo anche aggiungere ci mancherebbe..

Insomma, io credo che il partito democratico sia una cosa seria, e penso che la fiducia degli italiani la si conquisti anche attraverso il rispetto di impegni e di alcune ragioni dettate da motivi di opportunità. Se si continua a dire di voler cambiare alcuni mali del paese, primo tra tutti la deriva gerontocratica che affossa i giovani e le nuove competenze, ma alla prima occasione buona si agisce in direzione opposta e si vanifica il significato di tali convinzioni riducendole a slogan di comodo, allora forse ci stiamo solo prendendo in giro continuando in eterno a sublimare l’italianissima teoria dei gattopardi.
 

Commenti per 'Se il buongiorno si vede dal mattino'

  1.  

    Scritto da: donnameis

    Martedi 11 Settembre 2007 alle 4:38 pm
     

    Fabiani: un giovanotto di 77 anni, nato il 17 maggio, proprio come Pannella nato il 2 maggio del 1930. Il Vaticano costringe i Cardinali al ritiro dalla vita politica attiva a 80 anni! Ma che seguiamo il loro codice ?  Siamo proprio alla deriva scudocrociato/comunista. Che tristezza. E Veltroni lo ha messo a capo di Acea SpA a 75 anni se non sbaglio. Gerontocrazia, burocrazia… come la vecchia Urss di Gromiko, Breznev, Andropov, Cernenko, poi però è implosa…

  2.  

    Scritto da: andrea bernardi

    Martedi 11 Settembre 2007 alle 11:58 pm
     

    RAI che da quando siamo al Governo è migliorata davvero di poco. Se non peggiorata.

  3.  

    Scritto da: Flavio

    Mercoledi 12 Settembre 2007 alle 8:35 am
     

    … I giovani non esistono? Non è vero esistono e sono pericolosi. Meglio mettere un bel boiarda, con idee vecchie, che si siederà sulla poltrana ed eseguirà quello che gli dicono dal partito piuttosto che qualche giovane che magari ha qualche idea nuova. L’unico spazio riservato ai giovani è la rete. I blog, siti come radiocarcere sono fatti da giovani e hanno idee diverse. Questo i politici non l’hanno considerato e non potranno più arginarlo

  4.  

    Scritto da: donnameis

    Mercoledi 12 Settembre 2007 alle 10:40 am
     

    … aspettiamoci ora il ritorno di Giovanni Minoli sponsorizzato pesantemente dalla Giovanna Melandri (parente del suddetto) e pertanto in quota Veltroni.

  5.  

    Scritto da: Ermanno Lombardo

    Mercoledi 12 Settembre 2007 alle 4:31 pm
     

    … La cosa bruttissima di per se, non è tanto l’età….ma che cavolo: questo cumula ben 3 e chissà quante altre cariche! Ma come lui ce ne sono moltissimi, basta fare esempi di assessori capitolini e consiglieri comunali. E noi a spasso…..

  6.  

    Scritto da: donnameis

    Mercoledi 12 Settembre 2007 alle 4:47 pm
     

    … caro Ermanno, questa estate, a Capalbio, dove ho avuto modo di frequentare solo per alcuni giorni la spiaggia più vip del momento, Fabiani era la star e parlottava quotidianamente con Petruccioli, basta ? Lo strùssio era importante: Rutelli, Lanzillotta, Bassanini, Chiccotesta, insomma una vera spiaggia VIP

  7.  

    Scritto da: ilMaLe

    Lunedi 17 Settembre 2007 alle 10:12 pm
     

    Donnameis ha colto nel segno.

  8.  

    Scritto da: ilMaLe

    Lunedi 17 Settembre 2007 alle 10:13 pm
     

    Il governo lottizza al meglio la Rai,
    sostituendo il forzista Angelo Maria Petroni con il prodiano Fabiano
    Fabiani. D’Alema e Fassino sulle intercettazioni telefoniche si
    rimettono alla giunta del parlamento, ma non prima di aver attaccato
    con una lettera il gip Clementina Forleo. Poi nell’Unione in molti si
    chiedono come mai le manifestazioni populiste di Beppe Grillo ottengano
    un così straordinario successo. Centrosinistra, vergognati.Leonardo Marzorati


    Commenti per "Se il buongiorno si vede dal mattino" 

  9.  

    Scritto da: donnameis

    Mercoledi 19 Settembre 2007 alle 8:38 am
     

    … alla fine mister Bettini ha dovuto accettare una quarta lista per Veltroni composta di soli margheritini. La minaccia di non partecipare alle primarie del 14 ottobre o di appoggiare la Bindi ha sortito l’effetto giusto. Spero in una composizione equilibrata delle liste locali. Forza e coraggio.

 


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta