Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

L’importanza di un appello


Roma, 12-03-2007

Si è concluso ieri il congresso romano della Margherita con l’elezione a Coordinatore di Riccardo Milana. A lui, come prima cosa, ribadisco gli auguri di buon lavoro e gli confermo la mia piena disponibilità per quel che riterrà più utile per lui e per il partito. Detto questo non ho condiviso e non condivido l’accordo raggiunto. Io penso che le differenze esistenti al nostro interno, non certo riguardo la prospettiva politica nazionale o la nostra certa collocazione al fianco di Veltroni nel Governo cittadino (per cui la sottoscrizione unitaria della mozione presentata con la candidatura di Milana sarebbe stata più che sufficiente) quanto invece riguardo la vita interna del partito (a questo si dovrebbero legare le liste dei candidati per gli organismi interni), avrebbero dovuto trovare una chiara rappresentazione al momento del voto. Si è scelta una strada diversa sulla quale non ho ritenuto di nascondere il mio dissenso. Come detto, senza incarichi formali nel partito, ma nella consapevolezza della responsabilità che mi deriva dal far parte comunque della classe dirigente della Margherita nazionale, ho intenzione di dedicare tutte le mie energie per contribuire a che la nascita del Partito Democratico non subisca ulteriori ritardi o colpevoli freni. Per questa ragione dalla mezzanotte di ieri ho iniziato un digiuno di dialogo rivolto agli organi deliberanti di Ds e Margherita perché stabiliscano la data di convocazione della Costituente del Partito Democratico. Perché lo facciano al più presto e comunque entro lo svolgimento dei congressi nazionali dei due partiti previsti per la metà di aprile. Sono convinto che gli elettori, i milioni di persone che hanno affollato le primarie due anni fa non capirebbero ulteriori ritardi. E’ un momento difficile della vita politica Italia ed anche per il nostro Governo e la nascita del Partito Democratico, come da tutti riconosciuto, è decisiva in ambo i casi. Nel post precedente trovate un appello semplice ma anche molto chiaro che vede come primo firmatario Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio, ma che in queste ore sta ottenendo molte adesioni. Mi rivolgo a tutti i frequentatori di www.robertogiachetti.com per chiedere di dare una mano concreta a questa iniziativa, vi chiedo di aderire all’appello, di farlo firmare da tutti coloro che condividono questa urgenza, chiedo a tutti i bloggers di pubblicarlo, chiedo ai mezzi di informazione di farlo conoscere. Sono convinto che questa iniziativa possa crescere e, soprattutto, dare un contributo importantissimo al raggiungimento di un obiettivo che tra i nostri elettori è molto atteso. Grazie


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta