Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Traffico e poteri: un auspicio


Roma, 09-01-2007

Tornati al tram tram di tutti i giorni dopo la pausa natalizia, con la riapertura delle scuole, il lavoro etc. etc. ci siamo ritrovati alle prese con il problema del traffico, aggravato dalla bislacca consuetudine che a Roma come cadono due gocce d’acqua le macchine si moltiplicano, i vigili spariscono, i taxi evaporano, gli incidenti crescono, insomma tutto peggiora. Gli interventi realizzati negli ultimi dieci anni hanno certamente consentito alla città di non arrivare al collasso, quelli programmati ed in via di realizzazione, con i nuovi tratti di metropolitana, daranno ancora maggiore respiro al “male endemico” della Capitale, intanto però i cantieri, come inevitabile, aggravano nell’immediato il problema della circolazione in città e non v’è dubbio che la vita dei romani alle prese con il traffico è in questo periodo assai complicata. Come noto dopo anni di battaglie contro il centrodestra, con il Governo Prodi (mantenendo un preciso impegno elettorale) abbiamo dato al Sindaco di Roma “poteri speciali” sul traffico. Senza che nessuno si offenda possiamo auspicare che l’avvio di questa importante responsabilità si realizzi su qualcosa di più direttamente legato al problema di tutti i giorni di milioni di romani che non è precisamente quello di gestire le telecamere che devono multare i clienti che vanno per “lucciole” così come ci raccontano oggi i giornali….?


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta