Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Ciao Piero


Roma, 25-12-2006

Ieri mattina sono andato a salutare per l’ultima volta Piero Welby. C’era tanta gente, popolo vero, molti religiosi. Sono certo che prima o poi chi ha deciso di non concedere il rito religioso a Piero Welby si pentirà. La sera sono andato con gli amici di Sant’Egidio a distribuire pasti e regali ai poveri ed emarginati alla stazione Ostiense. Ciò che mi ha colpito quando ci siamo radunati in via Dandolo presso la mensa di Sant’Egidio è stata la quantità di persone che anche quest’anno hanno deciso di trascorrere una notte di Natale in modo diverso. Molte centinaia di persone, giovanissimi, adulti ed anziani, nonostante in tanti presenti per la prima volta, si sono mosse come piccoli eserciti organizzati coprendo le principali zone periferiche e centrali della città. Suggerisco a tutti di provare almeno una volta un’esperienza davvero unica, ed un aiuto prezioso per un’altra faccia della comunità religiosa: quella, se consentito, che preferiamo.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta