Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Il Ronaldinho della Santa Sede


Roma, 18-12-2006

E’ la giornata di quelle notizie che non ti aspetti. Il Cardinale Tarcisio Bertone, il numero due del Vaticano, annuncia che in futuro anche la Santa Sede potrebbe avere la sua squadra di calcio, in grado di competere con le grandi del nostro campionato. Il segretario di stato vaticano, appassionato di calcio come diversi altri cardinali supertifosi che spesso commentano le partite di serie A (Bertone è più volte intervenuto in radio e nelle tv locali durante le partite di Samp e Genoa) ha addirittura ipotizzato di pescare i giocatori all’interno delle varie università pontificie, in particolar modo giustamente ha sottolineato che se si prendessero gli studenti brasiliani o i ragazzi degli oratori si metterebbe su una compagine che non avrebbe nulla da invidiare a quelle del calcio professionistico. Sarebbe davvero curioso osservare il comportamento in campo di undici prelati di fronte agli isterismi, alle parolacce e ad altro.. che ogni domenica leggiamo sul labiale dei calciatori di tutte le categorie. Ma chissà invece che i giocatori, una volta di fronte alla squadra di Papa Ratzinger, non si facciano prendere dal timore reverenziale e diventino magicamente degli agnellini, corretti, onesti, leali e niente più piagnistei di sorta. Non sarebbe male, io sono favorevole, voi che ne dite?


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta