Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Roma e le Olimpiadi 2016


Roma, 24-10-2006

La decisione del Coni di nominare Gianni Letta presidente del comitato promotore della candidatura di Roma a sede delle Olimpiadi 2016 e di affiancargli Giovanni Malagò come direttore generale mi sembra molto importante perche la considero una scelta azzeccata. Mi auguro davvero che entrambi accettino l’incarico, perché si tratta di due personalità autorevoli, che conoscono bene e amano la nostra città. Sono certo che daranno un contributo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo e per questo plaudo alle indicazioni del presidente Petrucci.

Dopo aver raggiunto un accordo bipartisan nelle aule parlamentari, grazie all’impegno di tutte le forze politiche, la costruzione della squadra che lavorerà alla candidatura è il secondo tassello indispensabile per regalare a Roma e a tutto il Paese una straordinaria occasione di crescita e di sviluppo. E’ una convinzione che nasce dall’osservazione dei cambiamenti che negli ultimi 13 anni hanno contraddistinto la città, dagli straordinari successi di cui Roma è stata protagonista in quest’ultimo decennio. Ecco perche considero la possibile assegnazione dell’Olimpiade del 2016 un’opportunità imperdibile per avviare una seconda fase di crescita per tutta la città, innanzitutto attraverso la realizzazione di nuove infrastrutture e di quei centri sportivi che ancora mancano, ed anche per migliorare le nostre periferie. Credo si tratti davvero di un’occasione da non sprecare, che va gestita con grande impegno e con le persone giuste, come ritengo siano Letta e Malagò.


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta