Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Diversamente rompicoglioni


Scarica l'estratto dalla pagina del quotidiano

Foto articolo
Roma, 13-06-2014
Fonte: Il Foglio

Da vero intenditore, Palmiro Togliatti avvertiva: "Ogni Stato ha i rivoluzionari che si merita". Così, nel solco, ogni partito ha i rompicoglioni che si procaccia - capaci, come massima rottura, appunto di pensarsi rivoluzionari. Perciò, mentre si alzano le temperature, nel Pd piastrellato da Renzi si elevano, quali maggiori rompicoglioni della stagione, l' on. Roberto Giachetti e il sen. Corradino Mineo.

Diversamente rompicoglioni, si capisce - ché lo stesso rompere coglioni o è arte o è disastro. Per dire, Giachetti potrebbe esserlo tipo gocciolante fontanella sempre aperta, Mineo unghia che gratta sulla lavagna; uno polline tra gli allergici, l' altro ortica che spunta al culmine del peccaminoso infrattamento. Il primo l' emendamento sulla responsabilità civile dei magistrati ha votato, il secondo non ne vuol sapere di votare la riforma della señorita Boschi. Uno è renziano con juicio, l' altro civatiano - vaste e impensate le categorie che designano i sentimenti umani - con trasporto.

Giachetti è divertente, Mineo si prende sul serio. Molto. Per farsene precisa idea, ecco come iniziano le biografie nei loro blog. Roberto, primo capoverso: "Sono nato a Roma una cinquantina di anni fa, sono divorziato e ho due figli" - stop e amen. Corradino, primo capoverso: "Vengo da una famiglia di intellettuali siciliani. Il nonno, di cui porto il nome, matematico e scienziato, accademico dei Lincei. Mia madre insegnante di matematica al Liceo, mio padre all' Università. E poi mio zio Mario, economista, uomo politico, rivoluzionario. Ricordo, ancora adolescente, lunghe passeggiate in via della Libertà, con lui e i suoi giovani compagni. Poi il circolo Labriola, il Lenin, la costruzione del Centro d' iniziativa comunista del Manifesto, la rivista Praxis" - minchia!, pare uno venuto a chiedere la mano della figliola.

Giachetti ogni tanto si imbarca in qualche mese di sciopero della fame negandosi maritozzo e bucatini per barbose (seppur primarie) questioni tipo ddl Frattini, giudici costituzionali o Mattarellum - lasciando qua e là una volta sedici chili e la volta appresso una ventina, vagando emaciato per il Transatlantico, in video con canotta cascante, immagini capaci di impressionare molti e di riempiere d' orgoglio il suo antico maestro Pannella. Mineo, prima del parapiglia attuale, aveva occupato le pagine dei giornali per il rifiuto di sganciare certi soldi al Pd siciliano che l' ha messo in lista. Parlò di "pizzo" - l' uomo che Pintor mandò a Torino a narrare degli operai, spiegando che per fare il senatore "ho lasciato la Rai e una retribuzione più alta", perciò con indubbio fervore militante.

Diversamente rompicoglioni - infatti Renzi, verso i cui attributi i calci dei due sono stati diretti, ha caro Giachetti e ha sugli stessi Mineo. Giachetti ha dato il suo voto all' emendamento leghista perché, mai nemmeno sospettato di berlusconismo, non ha il Cav. e i fatti suoi come chiodo fisso; Mineo, diciamo così, ha sempre ben presente l' uomo di Arcore e Cesano Boscone, perciò la sua stessa vibrante biografia ha disseminato di segnalazioni tipo (per la venuta alla luce dei gemelli) "nati nel 1994, l' anno delle prime elezioni vinte da Berlusconi" (beh? boh!), oppure quando lo fecero fuori da vice del Tg3, nel 1995, sempre periodo "della prima discesa in campo di Berlusconi" - mandato così a patire oltralpe, "corrispondente a Parigi!", tra baguette e Pernod. Una vita davvero rovinata dal Cav., la sua. Ma allora, adesso perché se la piglia con Renzi?


Ci sono 2 commenti - Commenta l'articolo commenta



diversamente rompicoglioni

Inviato da raffaele pizzati il 13-06-2014alle 19:21
diversamente rompicoglioni

Sinceramente preferisco Giachetti lui almeno ha il senso di appartenenza: ha capito che il suo partito e' il Pd......

Inviato da manuela il 13-06-2014alle 11:22