Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

A Roma dai "ribelli dem" una sfidante per Giachetti


Scarica la pagina del quotidiano

Foto articolo
Roma, 27-01-2016
Fonte: La Repubblica

Hanno deciso di chiamarsi "ribelli del Pd". Si riuniranno domani pomeriggio in un circolo romano, probabilmente quello di Donna Olimpia, e lanceranno la candidatura di Estella Marino alle primarie del Partito democratico, sfidando Roberto Giachetti. L' idea è venuta a uno dei big della sinistra romana, il deputato Marco Miccoli: «Estella mi sembra il nome giusto - spiega - e con ogni probabilità giovedì lo renderemo pubblico». L' obiettivo è costruire una candidatura trasversale, riunendo gli anti-Renzi della Capitale. Con un nome in continuità con la precedente amministrazione. E in effetti l' ex consigliera (fu la più votata nel 2013), già assessore nella giunta Marino, è stata tra le fedelissime del sindaco-chirurgo. Parlando a Radio Città Futura, però, non si sbilancia: «C' è una porzione di Pd e centrosinistra che non si riconosce in Giachetti. Quindi si discute del mio nome».

In effetti alla sinistra del Pd tutto è in movimento, come ammette Miccoli: «Chiederemo anche a Stefano Fassina di ragionare sul progetto di Estella». Al momento, però, resta il no ai gazebo dem. E arriva anzi una nuova proposta all' ex sindaco: «Se Ignazio Marino si candidasse fuori dal Pd - rilancia Fassina da Repubblica Tv - gli chiederei di fare le primarie con noi». Idee opposte a quelle di Pierluigi Bersani, che consiglia invece a un altro potenziale candidato, il dalemiano Massimo Bray, di partecipare proprio alle primarie Pd.

Oggi, intanto, parte dalle periferie capitoline la campagna di Giachetti. Una sfida che non teme - sostiene il renziano - l' eventuale concorrenza di Ignazio Marino: «Corre per farmi perdere? Sarebbe inutile. Gli scontrini? Non ritirerò la carta di credito...». Infine Roberto Morassut. Anche lui scioglierà presto la riserva: «Dirò se mi candido entro il week end».


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta