Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Politica > articolo

Roma: parte da periferie tour Giachetti #TuttaRoma


Foto articolo
Roma, 27-01-2016
Fonte: Ansa

E' partito da un quartiere oltre il GRA il tour di Roberto Giachetti, candidato alle primarie del centrosinistra per il Campidoglio. Obiettivo: andare, "strada per strada" ad "ascoltare i romani" portando nei vari quartieri lo slogan "tutta Roma". Prima tappa pubblica del primo giro elettorale, Settecamini, dove Giachetti ha visitato l'area archeologica "Ad Nonas" insieme ai volontari dell'associazione Quattro Sassi che realizza progetti per la valorizzazione del sito.

Le tappe successive saranno: una visita al Tecnopolo Tiburtino; l'omaggio alla pietra d'inciampo dedicata alla memoria di Fausto Iannotti; l'incontro pubblico "TuttaRoma: strada per strada, ascoltiamo la citta'" alla presenza dei rappresentanti istituzionali del municipio presso "Musica Incontro" in via Tiburtina.

Prima del tour, il vicepresidente della Camera in corsa per le primarie ha fatto una visita in privato alla fabbrica di biscotti Gentilini. La Gentilini e' "una realta' che ha fatto sforzi importanti anche sul piano occupazionale, tenendo in un momento di crisi - ha detto Giachetti -. Fa riflettere sulla possibilita' di resistere ai problemi. E' un'area archeologica in questa zona e' una cosa straordinaria che mai avrei immaginato. E' seguita e coccolata da associazioni con amore, come se fosse casa loro. Con poco si potrebbe a fare in modo che sia molto piu' fruibile. Ci si dovrebbe lavorare. Piu' vedo queste cose piu' considero appropriato il tema "Tutta Roma"".

"Questa prima parte" della campagna elettorale "sara' fondata sull'ascoltare e verificare per poi cercare di dare risposte. Guardiamo alla Roma del futuro, ma contemporaneamente vorrei fare un tour strada per strada, scomporre Roma in una trentina di settori e per ciascuno segnare quali sono le emergenze, i problemi e pensare alle soluzioni. Bisogna conoscere e comprendere".

"Dobbiamo riportare Roma ad essere una comunità - ha aggiunto - vedo che ci si chiude troppo nel privato. Un milione di persone vivono oltre GRA e non possono non essere considerate, la realta' di Roma va oltre il guano del lungotevere, con tutto il rispetto anche per quel problema".


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta