Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > Rassegna stampa > articolo

Il sondaggio sui 4 nomi agita il Pd


Roma, 10-02-2016
Fonte: La Repubblica

Dopo la pubblicazione del sondaggio che dimostra come nessuno dei quattro aspiranti sindaci (tra Giachetti, Morassut, Fassina e Marino, che però non ha ancora sciolto la riserva) scaldi il cuore degli elettori di centrosinistra, in casa dem si sono vissute ore di agitazione. Nascosto, però, dietro un' ostentata indifferenza. «Francamente i sondaggi mi hanno sempre appassionato poco. Spero che alle primarie partecipino anche gli elettori di Sel», ha commentato il favorito Giachetti. Nonchalanche che però tradisce una certa preoccupazione, visto che - dati alla mano - il gradimento ricevuto da Fassina e Marino, sommati insieme, si avvicina pericolosamente al suo risultato. Tant' è che «il Pd a Roma non è competitivo, al ballottaggio è più facile che ci vada un' alleanza nata dall' unione tra sinistra e forze civiche », ha subito esultato l' ex capogruppo vendoliano Peciola. Con il segretario Cento a declinare l' invito: «Al secondo turno è più probabile che passiamo noi anziché il Pd». Anche se «un ticket tra Marino e Fassina lo vedo difficile», avverte forse per esorcizzare Morassut, l' altro sfidante dem. Mentre la coordinatrice del suo comitato elettorale, Valeria Baglio, invita tutti a «leggere bene il sondaggio, effettuato solo pochi giorni dopo la candidatura di Roberto, e da cui soprattutto emerge l' esistenza di un terzo di potenziali elettori ancora da convincere e coinvolgere». Intanto ieri il tavolo di coordinamento sulle primarie, ha deciso che anche quelle per i municipi si faranno il 6 marzo, negli stessi gazebo allestiti per il candidato sindaco. La road map prevede che entro questo fine settimana ogni territorio organizzi l' assemblea degli iscritti per confermare o bocciare i rispettivi minisindaci. Quindi si andrà al voto solo in quelli che hanno sfiduciato il presidente uscente. Oltre che nel VI (regno di Scipioni), il VII e l' VIII targati Sel. (


Non ci sono commenti - Commenta l'articolo commenta