Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, scorrendo o ricaricando questa pagina, ovvero cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy


 
HOME CHI SONO ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA VIDEO #ROMATORNAROMA
Roberto Giachetti > scheda

Per Natale Smemoranda per tutti

Oggi ho fatto una dichiarazione che mi sembrava banale: "nonostante l'opinione autorevole di Franceschini che vorrebbe correggere l'attuale legge elettorale, il PD ha scelto una direzione diversa..."

Il mio amico Franceschini ha replicato «io non voglio proprio correggere il Porcellum e la mia posizione è quella votata e decisa più volte dal Partito: Il doppio turno di collegio, l'unico sistema che garantisce la stabilità anche in un sistema purtroppo non più bipolare».

Ovviamente sono lieto che oggi Dario affermi questo, perché in almeno due precedenti occasioni aveva dichiarato esattamente quello che ho riportato. Per la precisione il 15 maggio 2013 in una intervista a "La Repubblica".


Ma il concetto è ribadito anche 5 mesi dopo, il 7 Ottobre alla trasmissione "Piazza Pulita" come riportato dalle agenzie.
 

Questo solo per amore della precisione. Per quanto riguarda poi "il transitorio innamoramento per il Mattarellum" sono certo che abbia solo colto l'occasione per rivolgersi ad altri. La mia battaglia per questa soluzione data addirittura dalla precedente legislatura.

Quanto alle scelte fatte non v’è dubbio che per la Legge Elettorale il PD abbia adottato il doppio turno come soluzione ideale. Ma ora stiamo parlando della cosiddetta “Legge di Salvaguardia”. Su questo purtroppo nonostante le mie pressanti richieste gli organi del partito non si sono mai pronunciati. 

Noto comunque che sono moltissimi i parlamentari che hanno sottoscritto proposte di legge per il ritorno al Mattarellum e soprattutto che nella giornata di ieri tre dei candidati alla segreteria del Partito hanno indicato, dopo la bocciatura dell’ordine del giorno sul doppio turno, nel ritorno al Mattarellum la linea da seguire.

Tanto dovevo, per amor di chiarezza.